12/12/2011

SMIT Textile: da Schio all'estremo Oriente

Un marchio leader mondiale nel meccanotessile con la passione della micromeccanica

Smit textile: da schio all'estremo oriente
Smit Textile: Dopo l'ITMA Barcellona, grande successo alla Fiera Kortex in Corea

Queta settimana sono partiti dalla Smit Textile di Schio i primi 26 telai tessili industriali moderni venduti in Bangladesh!
Pur non avendo produzione di cotone, questo paese sta iniziando solo ora  a produrre tessuto in spugna, essendo il paese con il più basso costo orario del mondo nel settore tessile.

Fino ad ora tutti i tessuti in spugna (per asciugamani e accappatoi) erano prodotti su vecchie macchine "a navetta" o su vecchi telai acquistati di seconda mano. Finalmente, grazie a questa prima entratura, verranno utilizzate delle nuove modernissime macchine (interamente "made in Europe") di un'azienda che si conferma leader mondiale nel settore meccano tessile.

Già da molti anni l'azienda è orientata verso India e Cina, mercati che rappresentano il 75% del fatturato complessivo, dove sono state costituite due Trading Company (che svolgono attività di vendita, installazione ed avviamento di impianti ed assistenza tecnica) per essere più vicine ai mercanti e potendone così meglio cogliere e soddisfare le esigenze.
All'ITMA di Barcellona del settembre u.s. (che è la fiera più importante al mondo del settore meccanotessile e ogni edizione si svolge in città diverse) la Smit Textile è stata l'unica azienda a presentare in anteprima una nuova gamma di prodotti, con soluzioni tecniche d'avanguardia.

Grazie ai nuovi prodotti presentati all'Itma Asia 2010 e all'Itma Barcellona 2011, che soddisfano appieno le caratteristiche richieste dall'accordo di libero scambio FTA EU/Corea del Sud, l'azienda è stata riconosciuta quale esportatore autorizzato permettendo di consolidare ulteriormente le profonde tradizioni che legano la società al mercato coreano.

La crescente richiesta di macchine tessili destinate alla produzione di tessuti industriali avvenuta negli ultimi mesi (fibra di vetro, fibra di carbonio, fibre aramidiche, filtri industriali) e la recente partecipazione alla fiera Kortex 2011, hanno portato all'incremento del già significativo portafoglio ordini destinati al paese orientale.
In particolar modo, gli indubbi vantaggi concorrenziali di cui il settore auto sta beneficiando e la vasta gamma di telai proposti da Smit Textile per produzione di tessuti airbag e tappezzaria automotive, hanno permesso la definizione di importanti accordi con primarie ditte del settore.
Concepiti per ogni tipo di applicazione, questi telai industriali, oltre a tessere i filati classici (quali lana, cotone, seta e tessuti sintetici) vengono appunto utilizzati anche per i tessuti industriali come i tessuti per filtri, per airbag, per nastri trasportatori, tessuti in fibra di vetro, di carbonio e di acciaio.

Nell'area vicentina di Schio è considerata storicamente una delle maggiori aziende, un'azienda madre essendo da circa 80 anni centro di ricerca tecnologica e di formazione imprenditoriale e manageriale.
Senza considerare i decenni precedeenti, nel 1999 e nel 2004 ha ricevuto il premio internazionale per l'innovazione nel campo meccano tessile e solo negli ultimi dieci anni (dal 2000 al 2010) ha investito oltre € 45.000.000 in ricerca tecnologica.

Ottant'anni di tradizione produttiva ad altissimo livello, di know-how, di innovazione e una nuova managerialità hanno fatto di quest'azienda un gioiello dell'industria italiana ed un marchio leader mondiale nel settore.

Oggi la Smit Textile Spa è interessata a far parte di un gruppo industriale che valorizzi ancor più le sinergie tra know-how, impianti produttivi e la sua vasta rete commerciale.

Articolo pubblicato su "Economia NordEst" allegato a "Il Giornale" del 12.12.2011.